Ratzinger o Frà Dolcino?

L’effetto di sdoppiamento nella religione occidentale

di ROBERTO SIDOLI LEONI MASSIMO DANIELE BURGIO

A Ernst Bloch e Ambrogio Donini

  Giacomo Biffi, cardinale di Bologna, 29 maggio 1997:

“Se a un quiz televisivo ci fosse la domanda: “Chi è nato a Treviri che dice che la proprietà privata della terra è una specie di furto?”, credo che i più informati direbbero Karl Marx, nato a Treviri come sant’Ambrogio. E’ forse per questa lontana parentela che Ambrogio dice: “la terra è stata creata come un bene comune per tutti, per i ricchi e per i poveri. Perché voi ricchi vi arrogate un diritto esclusivo sul suolo?” E ancora: “Il Signore Dio nostro ha voluto che questa terra fosse proprietà comune di tutti gli uomini e che fornisse frutti che fossero di tutti. E’ stata l’avidità a ripartire i diritti di proprietà”. E’ chiaro che Ambrogio aveva davanti da una parte il latifondo del patriziato romano e dall’altra la fame di molta gente che non riusciva a mangiare”

 

Giovanni Crisostomo (347-407), commemorato come santo sia dalla chiesa cattolica che da quella ortodossa ed uno dei trentatre “dottori della Chiesa”: “la comunanza dei beni è per la nostra vita la forma più adeguata che non la proprietà privata, ed è conforme alla  natura” (dodicesima omelia sulla prima lettera a Timoteo)

 

Fidel Castro: la religione “può essere oppio o rimedio meraviglioso, a seconda che serva agli oppressori e gli sfruttati o gli oppressi e gli sfruttatori”


Warning: Division by zero in /home/webdes90/public_html/Domini/robertosidoli.net/wp-includes/comment-template.php on line 1381

One thought on “Ratzinger o Frà Dolcino?

  1. Ho iniziato a dare una scorsa alla prefazione. Mi sembra interessante,
    ma ho pochissimo tempo perché son carica di impegni e spesso in
    viaggio.
    Non so se riuscirò a leggerlo. Farò il possibile ma non ve lo prometto
    Cordiali saluti

Comments are closed.